Protezione Civile, attendiamo aggiornamenti…

protezione_civile

Siccome siamo un tantino ostinati ci siamo ricordati che quasi un anno fa l’Amministrazione ci ha fatto delle promesse in merito ai progetti di Protezione Civile.

Giusto per riassumerle ci è stato detto che nel 2017 si sarebbe fatta formazione del personale e si sarebbe messo a punto il software per la gestione degli eventi straordinari, si sarebbero organizzati dei momenti informativi rivolti alla cittadinanza, forse si sarebbero aggiornate le schede riguardanti le aree di ammassamento e accoglienza degli edifici strategici o rilevanti in caso di collasso a seguito di evento sismico, si sarebbe posizionata la segnaletica delle aree di emergenza e probabilmente sarebbero state stampate più copie del piano di Protezione Civile. Ci è inoltre stato detto che sarebbero stati nominati gli interlocutori per le unità di crisi frazionali e, dulcis in fundo, i dati sensibili avrebbero potuto essere allocati su servizi web anzichè essere accumulati su server fisici vulnerabili in caso di calamità.

Da novembre 2016 ad oggi nessuno ci ha più fatto sapere niente… per questo motivo abbiamo depositato una richiesta di aggiornamento per sapere a che punto è il progetto di Protezione Civile in Comune di Argenta.

Per leggere la nostra richiesta clicca qui.

Purtroppo noi i cartelli delle aree di ammassamento non li abbiamo ancora visti, nè tantomeno abbiamo partecipato a momenti informativi rivolti alla cittadinanza… ma chissà, forse siamo noi quelli sbadati!

Vi terremo aggiornati.

2017… un grande anno per i progetti di Protezione Civile

p_civile

Qualche tempo fa abbiamo scritto un articolo in merito ad una nostra interrogazione sullo stato di attuazione del Piano Speditivo di Protezione Civile approvato nel 2014 dal Comune di Argenta. La promessa era di tenervi aggiornati in quanto, non soddisfatti dalle risposte che  erano state fornite alla nostra interrogazione, avevamo presentato delle controdeduzioni puntuali.

Ancora una volta lasciamo a voi trarre le dovute conclusioni sulla risposta ricevuta. Nonostante i bei paroloni e gli articoli di giornale in occasione del lancio del Piano, la realtà è che in due anni non è stato fatto nemmeno il minimo sindacale… Come al solito grande sfarzo nelle dichiarazioni e pochezza disarmante nella realizzazione delle stesse.

Ma non temete… Casualmente dopo le nostre interrogazioni la buona notizia è che nel 2017 finalmente si faranno un sacco di cose

Nel 2017 si farà formazione del personale e si metterà a punto il software per la gestione degli eventi straordinari, si organizzeranno dei momenti informativi rivolti alla cittadinanza, forse si aggiorneranno le schede riguardanti le aree di ammassamento e accoglienza degli edifici strategici o rilevanti in caso di collasso a seguito di evento sismico, si posizionerà la segnaletica delle aree di emergenza e pensate un po’… verranno probabilmente stampate più copie del piano di Protezione Civile. Forse saranno anche così lungimiranti da predisporre una cartografia digitale consultabile (NON IN .PDF) e da allocare i dati sensibili e vitali del Comune su server virtuali consultabili tramite servizi di hosting.

Il 2017 sarà un grande anno per la Protezione Civile…

Vedremo se le promesse saranno mantenute.