Dal turismo ambientale alla viabilità… è tempo di cambiare

vittorio ferraresi

Turismo ambientale ed economia, sicurezza e Soelia rinnovata nei vertici da zero, volontariato e viabilità. Sono tante le sfide presentate sabato 6 aprile da Luca Bertaccini, candidato sindaco del MoVimento 5 Stelle.

“Vogliamo ampliare le offerte turistiche creando iniziative e strutture ricettive – ha esordito Bertaccini – da inserire nei canali di promozione turistica internazionali. Vogliamo lanciare soluzioni all’avanguardia, in discontinuità con quanto fatto nell’ultimo decennio dall’amministrazione uscente. Rilanceremo l’agricoltura con marchi di tutela dei prodotti locali e con lo sviluppo di gruppi di acquisto solidali. Agevolazioni e sgravi fiscali saranno soluzioni utili per potenziare il settore del commercio. Intendiamo creare uno sportello comunale per reperire fondi europei, diretti e indiretti”.

Il candidato M5S richiama l’attenzione sulla sicurezza. “Il sindaco uscente si sta prendendo meriti per iniziative da noi proposte quattro anni fa – ha aggiunto Bertaccini – e che puntualmente furono allora bocciate. Ci chiediamo perché rappresentino adesso loro cavalli di battaglia. Siamo stati gli unici dell’opposizione a far proposte nelle sedi deputate sul tema. Sulla sicurezza stradale, personale e ambientale ribadiamo la paternità dei temi che abbiamo portato avanti e che porteremo ancora avanti”.

Focus importante l’annoso capitolo Soelia. “Vogliamo investire per aumentare i servizi a cittadini e imprese – ha ribadito il candidato M5S – ma per farlo avremo bisogno di azzerare i vertici societari, chiara emanazione dell’amministrazione uscente. Abbiamo in mente una società multiservizi che sfrutti il reddito energetico. Vogliamo un’azienda che proponga ai cittadini e alle imprese la riqualificazione energetica degli edifici, l’installazione di pannelli fotovoltaici e la gestione del surplus di energia elettrica. Un modo per tutelare l’ambiente, da sempre tema a cuore al MoVimento 5 Stelle, permettere risparmi ai cittadini e favorire nuova occupazione. Inoltre, proponiamo una strategia “rifiuti zero”, potenziando sia i centri di conferimento sia la cultura della raccolta differenziata. Ricordo in tal senso l’incontro sul rifiuto inteso come risorsa venerdì prossimo alle 20,45 all’hotel Villa Reale”.

Grande attenzione sarà data al volontariato. “Intendiamo migliorare la gestione delle iniziative – ha proseguito Bertaccini – e potenziare le collaborazioni tra le associazioni presenti sul territorio, fiore all’occhiello argentano. Incrementeremo dunque le risorse ad hoc in difformità all’amministrazione uscente, che insinua il dubbio di una presunta contrarietà del M5S al volontariato per negare l’evidenza”.

Temi importanti sono viabilità e trasporti. “Ribadiamo che il MoVimento 5 Stelle non è contrario alla variante sulla strada statale 16 che prevede un tratto da Argenta a San Biagio – ha puntualizzato il candidato sindaco M5S – ma è favorevole al progetto alternativo, meno impattante e migliore dal punto di vista costi-benefici. Fa sorridere che un sindaco uscente, il quale ha amministrato il nostro Comune negli ultimi venti anni, attribuisca la mancata realizzazione di un tratto di strada nevralgico per l’economia argentana a una fantomatica lettera inviata dal gruppo M5S locale al Ministro Toninelli. Quella strada è nei programmi del partito unico (PD, ecc.) da decenni. Se non sono stati ancora capaci di portarlo a termine si tratta di una loro incapacità conclamata”.

Bertaccini ha quindi posto l’attenzione sul Governo Conte, rappresentato in sala dal sottosegretario Vittorio Ferraresi. “Il Governo del Cambiamento ha assegnato quasi cinque milioni di euro all’anno fino al 2033 per le infrastrutture della provincia di Ferrara – ha concluso il candidato M5S – e questa è una misura sconosciuta ai precedenti esecutivi. Ricordo anzi che il decreto Delrio aveva tolto alle Province i fondi necessari per il funzionamento. La presenza del sottosegretario e la disponibilità al confronto indica la certezza di poter confidare sul Governo e il Parlamento per garantire sviluppo al territorio. A Roma sta già soffiando il vento del cambiamento. Ora è tempo che anche ad Argenta si cambi”.