Weekend delle Stelle – 12/13/14 Aprile

Vi attende un weekend ricco di appuntamenti!

Si inizia Venerdì 12 Aprile alle ore 20.45 per la serata “Argenta Rifiuti Zero“.

Il nostro futuro è strettamente connesso a quello che vogliamo fare in termini di gestione dei rifiuti. Vogliamo affrontare il tema sia a livello locale che nazionale, avvalendoci della presenza di Natale Belosi della rete Rifiuti Zero e Andrea Bertani Consigliere Regionale del M5S.
Il Comune che vogliamo sarà indirizzato verso l’obiettivo Rifiuti Zero.

 

Si prosegue Sabato 13 Aprile alle ore 18.00 con “Quello che le donne…dignità, lavoro e diritti“.

E’ necessario intervenire sulle politiche sociali e lavorative, per colmare il gap di genere che non può essere più accettato in una società evoluta.
Ne parliamo con Maria Edera Spadoni Vice Presidente della Camera dei Deputati e Stefania Ascari deputata relatrice della legge “codice rosso”.

 

Concludiamo il fine settimana Domenica 14 Aprile alle ore 16.30 per l’incontro “La manovra del popolo per Argenta

Torniamo ad analizzare le iniziative intraprese dal Governo con la Manovra del Popolo per aiutare direttamente le Imprese e i cittadini.
Ne discutiamo con Marco Croatti Senatore del M5S membro della Commissione Industria Commercio e Turismo e Raffaella Sensoli Consigliere Regionale del M5S.
Le opportunità per Argenta passano anche da un aiuto concreto da parte del Comune che in sinergia con le Associazioni di categoria possa costruire un percorso di crescita per le imprese del territorio.

 

Tutti gli incontri si terranno all’Hotel Villa Reale in Viale Roiti 16/a ad Argenta.

 

we_stelle.pub

Argenta videosorvegliata… l’orgoglio del M5S

camere

Tutte le volte che ci sono le elezioni il Comune di Argenta diventa più bello e più sicuro. In questi giorni se un cittadino percorre il nostro territorio vede il simultaneo rifacimento di strade, piazze, marciapiedi, potatura di aiuole ed alberi, verniciature varie e legge dai giornali che la nostra amministrazione adotta progetti mirabolanti per la tutela della nostra sicurezza.

Argenta e le sue Frazioni acquisiscono, a detta del Sindaco uscente, la velleità di essere un Bunker rimesso a nuovo. In occasione delle elezioni si fanno tutte le cose che non sono mai state fatte nei cinque anni precedenti, sperando che almeno in queste occasioni si arrivi a mettere a norma i nostri locali pubblici, scuole comprese, con i certificati prevenzione incendi e agibilità.

Ultimamente però sono sempre di più i cittadini si sente un po’ preso in giro da tutta questa opulenza di lavori pubblici e sorrisi degli amministratori coincidente solo con il periodo elettorale.

Speriamo anche, ma di questo il PD non si dimentica di certo viste le imminenti elezioni…….che si restituisca un po’ di danaro sparito con il crack Costruttori.

Con questa amministrazione ci vorrebbero le elezioni almeno ogni sei mesi, anzi no, vista la situazione del bilancio anche ogni tre!

Come è tristemente noto il tema della sicurezza domestica è sempre stato per il nostro territorio sempre di pressante attualità.
A fronte di ciò, ritenendo insufficienti le azioni messe in campo dall’amministrazione Fiorentini abbiamo voluto dare un contributo presentando numerose iniziative consiliari:

In particolare la mozione del 16 Dicembre 2014 dal titolo “miglioramento delle condizioni di Pubblica sicurezza all’interno del comune di Argenta, era articolata in proposte di iniziative da adottare per aumentare la sicurezza del territorio giudicate dalla stessa maggioranza interessanti.

Le proposte sono state indubbiamente interessanti per l’amministrazione Fiorentini perché dopo averle bocciate nei vari consigli comunali, lasciato passare un debito lasso di tempo, le ha riproposte pomposamente come proprie.

Parliamo di vigilanza di quartiere, di istituzione del turno notturno della polizia municipale, di assunzione di nuovi vigili, di assicurazione del cittadino, ora si parla di videosorveglianza quale impianto “più potente della regione”…come se il Comune di Argenta disponesse della bomba atomica…

Quando il M5S Argentano parlava di videosorveglianza e di integrazione dei sistemi di videosorveglianza privati già presenti con quelli pubblici era il 30 Marzo 2015, tale fu il dibattito in consiglio che addirittura la Nuova Ferrara ci dedicò quattro colonne di un articolo intitolato “M5S vuole le telecamere in città”.

Siamo giunti ad aprile 2019 e finalmente il territorio Argentano dispone “dell’impianto più potente della regione”… speriamo, per il bene degli argentani, che almeno questa volta, il Sindaco scadente abbia ragione, seppur con quattro anni di ritardo.

#CAMBIARGENTA

Deontologia professionale

Sabato 06 aprile ha visto Argenta protagonista della presentazione di 2 dei 3 candidati per le prossime elezioni amministrative del 26 maggio.

Il PD ha presentato, senza sorprese, l’attuale vice sindaco uscente, Andrea Baldini, sostenuto da, come prevedibile, liste civiche di rinforzo ad un partito che, se a livello nazionale soffre una situazione di totale sfacelo, a livello locale lascia un comune altamente sofferente da anni di amministrazione incapace e cieca davanti alle necessità di un territorio totalmente depauperato seppur ricco di opportunità agricole, turistiche ed imprenditoriali.

Sotto l’attuale amministrazione, l’intero territorio Comunale, ha infatti visto Argenta e le sue Frazioni svuotarsi dalle attività commerciali, le zone artigianali e industriali venire abbandonate dalle attività produttive (molte delle quali spostatesi in altri Comuni più disponibili a supportarle) ed i cittadini costretti a cercare lavoro altrove, tramutando così Argenta e Frazioni da paesi vissuti a dormitori notturni, con incremento di microcriminalità.

Tutto ciò ovviamente non è stato minimamente riportato dal Vice-Sindaco uscente come non sono stati citati i disastrosi errori riguardanti il Teatro dei Fluttuanti, i due ostelli di Campotto e Anita, il Museo delle Valli, coattivamente chiusi per mancanza di Certificati di Prevenzione Incendi, certificati che non venivano rinnovati da anni.

Si è però voluto far apparire il più grande disastro finanziario del territorio, il Crac di CoopCostruttori, come un evento del quale oscurare l’epilogo, che ha lasciato sul lastrico centinaia di famiglie, trattando invece il ricordo dell’azienda come una memoria positiva per la quale commuoversi. Un sentimento quindi rivolto all’azienda, anziché alle vittime di essa.

Se quanto elencato finora non ci ha minimamente sorpresi, quel che ci ha lasciati allibiti è che il giornalista che ha firmato l’articolo sulla testata Nuova Ferrara sia il Signor Giorgio Carnaroli, padre del capolista di una delle liste civiche che appoggerà Baldini. Esistono altri casi documentati in cui giornalisti si sono sospesi in quanto coinvolti direttamente o per parentela con i membri di liste candidate alle elezioni ed immaginiamo che d’ora in poi per deontologia professionale il corrispondente locale de La Nuova Ferrara si  autosospenda dallo scrivere articoli politici, per evitare il rischio di riportare i fatti con parzialità.

Ci sembra insoddisfacente dire che il giornalista scriverà articoli solo per la compagine di csx, per non sfavorire le altre liste.

Un ruolo così delicato, va esplicitato senza ombre per la testata di riferimento dei lettori argentani e l’unico modo per farlo è quello di sospendere l’attività del corrispondente locale per il periodo elettorale.

#CAMBIARGENTA

Dal turismo ambientale alla viabilità… è tempo di cambiare

vittorio ferraresi

Turismo ambientale ed economia, sicurezza e Soelia rinnovata nei vertici da zero, volontariato e viabilità. Sono tante le sfide presentate sabato 6 aprile da Luca Bertaccini, candidato sindaco del MoVimento 5 Stelle.

“Vogliamo ampliare le offerte turistiche creando iniziative e strutture ricettive – ha esordito Bertaccini – da inserire nei canali di promozione turistica internazionali. Vogliamo lanciare soluzioni all’avanguardia, in discontinuità con quanto fatto nell’ultimo decennio dall’amministrazione uscente. Rilanceremo l’agricoltura con marchi di tutela dei prodotti locali e con lo sviluppo di gruppi di acquisto solidali. Agevolazioni e sgravi fiscali saranno soluzioni utili per potenziare il settore del commercio. Intendiamo creare uno sportello comunale per reperire fondi europei, diretti e indiretti”.

Il candidato M5S richiama l’attenzione sulla sicurezza. “Il sindaco uscente si sta prendendo meriti per iniziative da noi proposte quattro anni fa – ha aggiunto Bertaccini – e che puntualmente furono allora bocciate. Ci chiediamo perché rappresentino adesso loro cavalli di battaglia. Siamo stati gli unici dell’opposizione a far proposte nelle sedi deputate sul tema. Sulla sicurezza stradale, personale e ambientale ribadiamo la paternità dei temi che abbiamo portato avanti e che porteremo ancora avanti”.

Focus importante l’annoso capitolo Soelia. “Vogliamo investire per aumentare i servizi a cittadini e imprese – ha ribadito il candidato M5S – ma per farlo avremo bisogno di azzerare i vertici societari, chiara emanazione dell’amministrazione uscente. Abbiamo in mente una società multiservizi che sfrutti il reddito energetico. Vogliamo un’azienda che proponga ai cittadini e alle imprese la riqualificazione energetica degli edifici, l’installazione di pannelli fotovoltaici e la gestione del surplus di energia elettrica. Un modo per tutelare l’ambiente, da sempre tema a cuore al MoVimento 5 Stelle, permettere risparmi ai cittadini e favorire nuova occupazione. Inoltre, proponiamo una strategia “rifiuti zero”, potenziando sia i centri di conferimento sia la cultura della raccolta differenziata. Ricordo in tal senso l’incontro sul rifiuto inteso come risorsa venerdì prossimo alle 20,45 all’hotel Villa Reale”.

Grande attenzione sarà data al volontariato. “Intendiamo migliorare la gestione delle iniziative – ha proseguito Bertaccini – e potenziare le collaborazioni tra le associazioni presenti sul territorio, fiore all’occhiello argentano. Incrementeremo dunque le risorse ad hoc in difformità all’amministrazione uscente, che insinua il dubbio di una presunta contrarietà del M5S al volontariato per negare l’evidenza”.

Temi importanti sono viabilità e trasporti. “Ribadiamo che il MoVimento 5 Stelle non è contrario alla variante sulla strada statale 16 che prevede un tratto da Argenta a San Biagio – ha puntualizzato il candidato sindaco M5S – ma è favorevole al progetto alternativo, meno impattante e migliore dal punto di vista costi-benefici. Fa sorridere che un sindaco uscente, il quale ha amministrato il nostro Comune negli ultimi venti anni, attribuisca la mancata realizzazione di un tratto di strada nevralgico per l’economia argentana a una fantomatica lettera inviata dal gruppo M5S locale al Ministro Toninelli. Quella strada è nei programmi del partito unico (PD, ecc.) da decenni. Se non sono stati ancora capaci di portarlo a termine si tratta di una loro incapacità conclamata”.

Bertaccini ha quindi posto l’attenzione sul Governo Conte, rappresentato in sala dal sottosegretario Vittorio Ferraresi. “Il Governo del Cambiamento ha assegnato quasi cinque milioni di euro all’anno fino al 2033 per le infrastrutture della provincia di Ferrara – ha concluso il candidato M5S – e questa è una misura sconosciuta ai precedenti esecutivi. Ricordo anzi che il decreto Delrio aveva tolto alle Province i fondi necessari per il funzionamento. La presenza del sottosegretario e la disponibilità al confronto indica la certezza di poter confidare sul Governo e il Parlamento per garantire sviluppo al territorio. A Roma sta già soffiando il vento del cambiamento. Ora è tempo che anche ad Argenta si cambi”.

Conferenza stampa – sabato 6 aprile

Conferenza stampa di presentazione del candidato Sindaco e lista M5S che parteciperanno alle prossime elezioni Amministrative del 26 maggio.
Saremo lieti di ospitare presso la nostra sede Vittorio Ferraresi Sottosegretario alla Giustizia e avremo modo di parlare con lui dei punti salienti del programma che stiamo affinando per cambiare veramente il Comune di Argenta e di fare il punto sulle azioni del Governo del cambiamento.

#cambiargenta

SS16 e sicurezza stradale… è tempo di cambiare

asfalto

Ciò che ci domandiamo è come il PD, che ci ha governato per decenni a tutti livelli comunale, provinciale, regionale e nazionale non abbia mai prestato la dovuta attenzione al nostro comune. I casi sono due: o i rappresentanti locali del partito sono stati considerati come qualcosa di poco conto da non tenere in considerazione, oppure quelle stesse persone succedutesi in questi decenni non sono stati capaci di farsi valere.
Propendiamo per la seconda ipotesi, visto che il Comune di Argenta è sempre solo servito come bacino di voti, ottenendo in cambio solo fallimenti e devastazioni

A differenza del PD, il M5S argentano è ascoltato dai suoi portavoce che occupano anche gli scranni di governo: ci hanno dato risposta immediatamente ed hanno preso in seria considerazione il fatto che il progetto che vuole portare avanti l’amministrazione Fiorentini sia un progetto oramai vecchio, obsoleto e non più adeguato a rispondere alle trasformazioni del territorio ed alle esigenze di traffico dopo quarant’anni dalla sua nascita.

il Movimento 5 Stelle argentano non vuole fermare il progetto sia ben chiaro, vuole solo che venga fatto meglio, a differenza dell’amministrazione Fiorentini che, dopo decenni di inutili azioni, lo vuole realizzare a tutti costi… Forse in balia della campagna elettorale e solo per dire di averla fatta.

Quello che stupisce è che ancora una volta questa amministrazione ha dimostrato di essere lenta nei ragionamenti e nelle azioni. Ultima dimostrazione è data dal fatto che non si sono nemmeno accorti che nell’unico tratto di strada dove non è stata chiesta l’autorizzazione per l’istallazione dell’autovelox, sono avvenuti solo nell’ultimo anno 18 sinistri con 21 feriti e due morti.

Serviva l’opposizione del Movimento Cinque Stelle argentano per ricordarglielo, così come serve l’intervento dell’opposizione per ricordargli che prima di buttar via i soldi dei cittadini in un progetto vecchio di quarant’anni, esso va cambiato ed ammodernato.

Il sindaco dice che sono anni che se ne discute e troppo tempo è stato perso…ma a questo punto è bene domandarsi chi lo abbia perso!

Noi siamo qui a ricordarglielo

Ambiente, Agricoltura e Alimentazione – Sabato 30 marzo

Ambiente, Agricoltura e Alimentazione sono in stretta correlazione. Per ritrovare una giusta qualità della vita occorre intraprendere politiche globalmente sostenibili: a partire da come produrre il cibo che mangiamo.

Abbiamo deciso di parlarne con Marco Zullo Europarlamentare del M5S membro della commissione Agricoltura nella cornice dell’Azienda Agricola biodinamica ”Il Serraglio” di Ospital Monacale, invitando le Associazioni di categoria e le aziende agricole del territorio.

Il futuro del nostro Comune passa anche dalle scelte che faremo da qui in avanti sul tema agricoltura.

Vi aspettiamo Sabato 30 marzo alle ore 10.00!

agricoltura_def.pub

 

 

La lista di Argenta 5 Stelle ha ottenuto la certificazione del M5S

banner.pub

Lo scorso 11 marzo il gruppo ‘’Argenta 5 Stelle’’ ha ricevuto la certificazione ufficiale da parte del Movimento 5 Stelle Nazionale ufficializzando così la partecipazione della lista alle prossime elezioni amministrative del 26 maggio 2019 che vedranno gli elettori scegliere chi guiderà il Comune di Argenta.

Con le ‘’sindacarie’’ del 16 gennaio, il consigliere Luca Bertaccini era stato scelto come candidato Sindaco dal gruppo di attivisti già fortemente impegnati da anni sul territorio e che stanno lavorando al programma elettorale per dare la svolta al Comune di Argenta.

Nell’attesa della certificazione, oltre all’attività consiliare che ha visto impegnati Luca Bertaccini (capogruppo) e Daniele Gulinelli, il gruppo argentano ha continuato nell’opera di informazione  e sensibilizzazione dei cittadini sui temi importanti per il loro territorio.

Basti ricordare il convegno del 2 febbraio in occasione della Giornata Mondiale delle Zone umide, organizzato in collaborazione con i gruppi M5S di Alfonsine, Cervia, Codigoro, Comacchio, Ravenna, con diversi relatori esperti naturalisti per tutelare il Parco del Delta del Po, di cui Argenta fa parte. Oppure il convegno del 15 febbraio sulle possibilità di accesso ai fondi europei per le Piccole medie imprese, con relatore l’europarlamentare Marco Zullo e l’esperto di fondi Riccardo Palmerini.Per proseguire con il convegno del 1 marzo ‘’La Manovra del Popolo’’, con i Parlamentari M5S Alessandra Carbonaro, Stefania Ascari e Carlo De Girolamo, che hanno spiegato ad una sala gremita, gli aspetti salienti della manovra finanziaria varata dal Governo del cambiamento (Reddito di Cittadinanza, Quota 100, Taglio delle pensioni d’oro, Decreto Spazza Corrotti, Fisco e Detassazione per le PMI, Investimenti per cultura, commercio e infrastrutture).

Abbiamo in previsione anche diversi incontri sia nel capoluogo che nelle frazioni, per presentare il programma ed ascoltare dai residenti le loro necessità e perché no, idee per cambiare davvero il Comune di  Argenta.

Il prossimo appuntamento sarà il 29 marzo all’Hotel Villa Reale per una serata-dibattito sul tema dell’agricoltura sostenibile e dell’alimentazione, che vedrà partecipare l’europarlamentare Marco Zullo, il Consigliere regionale Andrea Bertani  e il Candidato Sindaco Luca Bertaccini, per interagire con la associazioni di categoria, gli agricoltori ed i consumatori , in modo da creare i presupposti per una qualità delle vita che ormai sembra persa.

#CAMBIARGENTA sarà il nostro hashtag per i prossimi mesi e Vi aspettiamo per cambiare davvero il Comune di  Argenta.
Rimanete in contatto e seguiteci su internet www.argenta5stelle.it, Youtube ‘’M5SArgenta’’, Facebook  ‘’Argenta 5 Stelle’’.

Impianto trattamento fanghi di Portoverrara – inutili e dannose strumentalizzazioni da parte del PD

IMG-20190304-WA0014

Ci ha molto stupito l’articolo uscito su La Nuova Ferrara del 02/03/2019, dove il Segretario del PD di Argenta Leonardo Fiorentini, ha strumentalizzato la vicenda dell’impianto di trattamento fanghi da depurazione che dovrebbe essere costruito in Comune di Portomaggiore.

Dispiace molto che in una circostanza così delicata e impattante per il territorio dei Comuni di Portomaggiore e Argenta, un rappresentante del partito di maggioranza abbia impropriamente accostato l’impianto, cui a quanto pare sono tutti contrari, al Decreto Genova di recente emenazione.

In un momento così critico, bisognerebbe fare corretta informazione e non cercare di cavalcare il malcontento della Comunità, stimolando in modo fuorviante la pancia dei cittadini.

L’intento del M5S è, a differenza del PD, di fare una corretta informazione, in modo da aumentare la consapevolezza nei confronti di un problema ambientale che va contrastato con tutte le forze.

Per fare ciò abbiamo chiesto al Deputato Alberto Zolezzi Laureato in Medicina, con specializzazione in malattie dell’apparato respiratorio, componente della VIII Commissione (Ambiente, territorio e Lavori Pubblici) di spiegare di cosa stiamo parlando.

 

Ecco il suo intervento in merito:

‘’È in corso lo screening per valutare se sottoporre a VIA un impianto di produzione di gessi di defecazione in località Portoverrara – Comune di Portomaggiore (FE). Come è scritto pubblicamente online i materiali considerati dovranno corrispondere alle caratteristiche di cui al D.l.gs n° 75/2010, e verranno trattati in impianto per un quantitativo stimato di circa 80.000 ton/anno.

Quindi non riesco a comprendere cosa centri il Decreto Genova che riguarda i fanghi di depurazione sparsi al suolo. Non mi sembra ci voglia quel grande approfondimento e mi riferisco a un articolo del 02/03/2019 in cui il Segretario del PD Leonardo Fiorentini si riferisce esplicitamente all’art 14 del Decreto Genova.

Questo articolo riguarda l’istituzione del Sistema di monitoraggio dinamico per la sicurezza delle infrastrutture stradali e autostradali in condizioni di criticita’, ed è un grande assist per ricordare che proprio oggi 04/03/2019) è arrivata la conferma che Autostrade per l’Italia e i Benetton hanno pagato per la ricostruzione del ponte e il ricollocamento degli sfollati del Ponte Morandi.

Detto questo fra le Regioni in crisi per la gestione dei fanghi c’era anche la Liguria che invia in media 30mila tonnellate di fanghi in Lombardia insieme ad altre 13 regioni e per questo è stato inserito nel decreto Genova l’articolo 41 che riguarda l’introduzione della normativa più stringente in Europa sulle concentrazioni di inquinanti nei fanghi.

Solo l’Italia dosa sui fanghi idrocarburi C10-C40 e IPA con concentrazioni suggerite da ISPRA.

Di sicuro un impianto per la produzione di gessi (fertilizzanti) non è stato minimamente favorito dal decreto Genova, testo di emergenza per evitare che oltre 6 milioni di tonnellate di fanghi non avessero destino, il decreto legislativo 99 del 1992 non era stato toccato per oltre 25 anni, mi pare che il PD sia stato più volte al Governo nel frattempo.

Ora in fase elettiva è in corso un tavolo presso il Ministero dell’ambiente per migliorare ulteriormente la normativa.

Sui gessi ho presentato personalmente un’interpellanza, la numero 2/00202

in cui ho esplicitato i recenti studi internazionali che mettono in dubbio la sicurezza microbiologica dei gessi stessi e che si potrebbero correlare all’epidemia di polmonite del settembre 2018 fra Mantova e Brescia (878 casi e almeno 11 decessi).

Gli studi internazionali parlano di scarso abbattimento della carica batterica durante il veloce processo di confezionamento dei gessi, anche per la bassa temperatura raggiunta che oltretutto consente la persistenza di geni di resistenza antibiotica.

Figuriamoci i gessi confezionati male come sembra sia avvenuto in provincia di Brescia (ispezioni ARPA in un impianto di Lonato, 170mila t in uscita).

Anche questo decreto sui fertilizzanti del 2010 va modificato e ho dato spunti per farlo.

 L’ambiente è trasversale, è il nostro futuro, i fanghi vanno gestiti al meglio, i gessi non sono una soluzione ma solo una truffa per evitare tracciabilità e spendere meno. Sarò vicino ai cittadini di Portomaggiore e Argenta in questa lotta.

Alberto Zolezzi – Commissione ambiente’’

 

Come gruppo Consiliare siamo fiduciosi che il PD locale riprenda il polso delle situazione e non si lasci trascinare dalla fregola di  utilizzare la più bieca propaganda elettorale, per cavalcare in modo strumentale un problema che coinvolge i nostri territori.

Noi saremo sempre a disposizione a tutti i livelli per il bene della Comunità, ma saremo altrettanto fermi  e decisi nel contrastare ogni forma di strumentalizzazione e  soprattutto disinformazione, da qualsiasi parte provenga e a maggior ragione se proviene da chi amministra il nostro Comune.

 

Movimento  5  Stelle   Argenta

Luca Bertaccini

Daniele Gulinelli

1 2 3 4 5 16