Promesse elettorali… parte3 (turismo)

5 anni fa il programma elettorale del PD puntava alle nostre Valli come volano di sviluppo turistico ed economico per il territorio argentano. Quante volte, in occasione di convegni o manifestazioni, abbiamo sentito i nostri amministratori lodare le incredibili potenzialità ricettive delle valli, dei musei e degli itinerari cicloturistici come il Po di Primaro?

A distanza di 5 anni quali sono i rultati delle mirabolanti politiche di rilancio dell’Amministrazione vigente (clicca qui)?

Le settimane passate ci siamo fatti un giretto per l’oasi di Campotto e lo scenario che abbiamo filmato è stato alquanto desolante…

 

Per evitare di essere affrettati nei giudizi abbiamo quindi chiesto conto dei numeri relativi alle presenze turistiche sul territorio. Lasciamo a voi l’interpretazione dei grafici che seguono, che mostrano le presenze di turisti dal 2005 al 2018 presso il Museo delle Valli e presso l’Oasi. Tralasciamo di mostrarvi i dati relativi ai flussi presso gli ostelli (clicca qui) in quanto dal 2017 ad oggi si è assistito a malapena alla registrazione di 710 presenze presso la struttura di Campotto.

turisti_museo

turisti_oasi

Dopo tutto questo tempo (ormai 10 dal primo mandato dell’uscente Sindaco Fiorentini)… è abbastanza chiaro come le belle parole contenute nel programma elettorale PD non abbiano avuto alcun seguito. Con fondata certezza possiamo anche dire che di finanziamenti pubblici, per il rilancio della nostra valle, non se n’è vista l’ombra!

Noi siamo convinti che il vero “oro d’Argenta” sia proprio il nostro splendido territorio e su questo puntiamo con fermezza e convinzione il nostro programma!

Per saperne di più leggi il nostro programma (clicca qui)!

Non ci accontentiamo più di false promesse… e voi?

il 26 Maggio #CAMBIARGENTA insieme a noi!

TURISMO

 

Variante SS16 – Le ‘’verità’’ del Sindaco di Argenta

toninelli

È stato svelato l’arcano mistero sul rallentamento della realizzazione della tanto attesa variante della SS16 il quale è da imputarsi alle richieste del Sindaco di Argenta che ha voluto richiedere la realizzazione di uno svincolo non previsto nel progetto, in corrispondenza del passaggio a livello della Via Morari di San Biagio.

Ma partiamo dall’inizio della storia: da mesi il Sindaco uscente Antonio Fiorentini sostiene, in ogni occasione, che il M5S locale si stia adoperando per impedire la realizzazione della variante SS16 nel tratto da Argenta a San Biagio.
Lo stesso Sindaco a mezzo stampa continua a dichiarare che avremmo a tale scopo, coinvolto il Ministro Danilo Toninelli, al fine di bloccare gli iter autorizzativi.

Le sue affermazioni si sono dimostrate, ancora una volta, quanto di meno rispondente alla realtà oggettiva dei fatti, avendo noi sempre sostenuto l’importanza dell’opera, attesa da ormai trent’anni, e la necessità di attuarla.

Il nostro impegno ha sempre avuto come scopo quello di portare a compimento quest’opera e a conferma di ciò i consiglieri comunali Luca Bertaccini (Candidato Sindaco) e Daniele Gulinelli, insieme ad Andrea Bertani Consigliere Regionale, si sono recati, nella giornata del 09 maggio, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in modo da chiedere al Sottosegretario Michele Dell’Orco e ai funzionari del Ministero, aggiornamenti sull’iter.

La disponibilità dei funzionari ministeriali è stata molto utile perché abbiamo potuto apprendere le reali motivazioni dello scostamento dei tempi. Nella scheda consegnataci è infatti scritto che il rallentamento è legato alla “Condivisione con il Comune della soluzione progettuale a seguito sviluppo alternative. E’ pertanto necessario un incremento dei tempi per il completamento della progettazione e iter autorizzativo completo, con i doverosi passaggi al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, alla Conferenza di Servizi (Regione), ed alla Valutazione di Incidenza Ambientale. Tutto ciò comporterà quindi uno slittamento dei tempi che presumibilmente porteranno l’appalto nel secondo semestre del 2021”.

Purtroppo non stupisce che il PD locale abbia strumentalizzato la situazione, addossando colpe inesistenti al M5S sia locale che Nazionale, nella figura del Ministro Danilo Toninelli. In virtù del fatto che mai il Sindaco è stato in grado di produrre prove della famosa “letterina” da noi scritta, ed a tutti gli effetti inesistente, ma, soprattutto, dopo aver appreso al Ministero che le cause del ritardo sono da imputarsi al Sindaco uscente, abbiamo ora gli estremi per eventuali azioni che intenderemo intraprendere.

Dal “partito unico” che ha amministrato i nostri territori per 75 anni ininterrotti non ci aspettiamo più nulla di diverso, ecco perché sosteniamo fermamente che il 26 maggio avremo l’occasione di cambiare veramente Argenta e non possiamo sprecarla.

#cambiargenta….insieme a Noi

Promesse elettorali… parte 2 (energia)

lamp

Il programma del PD per le elezioni amministrative del 2014 sembrava davvero fantastico.

Con il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) da poco approvato dall’Unione dei Comuni Valli e Delizie, c’erano i presupposti per fare grandi cose.

Il programma narrava di mirabolanti progetti tra cui la redazione di un piano energetico comunale dettagliato per la riqualificazione energetica, la sperimentazione di un progetto di borgo ecologico a bassi consumi energetici, nonchè di un progetto “Esco-Economy” fondato tra la mediazione di istituti di credito e privati per realizzare progetti di riqualificazione energetica con l’obiettivo di coinvolgere l’intero mondo dell’edilizia.

Tutto sommato la Giunta Fiorentini era partita con il piede giusto, addirittura nominando un assessore con la delega al Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile!

Poi? Cosa è successo?

Il nulla assoluto.

Il PAES è rimasto a prendere polvere nei cassetti per ben 5 anni.

Abbiamo ricevuto dei finanziamenti pubblici per incaricare una società di consulenza che lo ha redatto, poi successivamente aggiornato… ma di fatto non ha avuto alcun risvolto concreto.

Sportello energia, casa dell’acqua o del latte, contratto calore ed energia per gli immobili pubblici, incentivazione delle fonti rinnovabili… sono rimasti un vero miraggio.

Per rinfrescare la memoria ricordiamo che a giugno 2018 abbiamo depositato, come gruppo consiliare, una mozione per pungolare la giunta sul tema dell’efficienza energetica (clicca qui per leggerla).

Abbiamo chiesto di attuare di interventi in materia di risparmio ed efficientamento energetico del patrimonio immobiliare pubblico, in particolare sollecitando di:

  • rendere operativo, prima dell’inizio della  stagione termica 2018/2019, un contratto energia specifico per gli immobili pubblici che potesse individuare Soelia come ESCo;
  • formare ed investire nel ruolo di ricerca di finanziamenti specifici nel settore del risparmio energetico (es. POR-FESR Emilia Romagna 2014-2020 Asse 4) parte del personale del Settore Opere Pubbliche del Comune nel frattempo raddoppiato.

Ovviamente i nostri obiettivi erano troppo lungimiranti: mozione respinta e buoni propositi in fumo.

Nel frattempo l’Unione, dall’alto delle sua efficienza ed economicità, ha recentemente affidato l’ennesimo incarico da circa 3.000 € ad una società di consulenza per aggiornare i risultati di un PAES sepolto nel dimenticatoio assoluto anche da parte della nostra Amministrazione.

A questo punto… speriamo che almeno gli elettori possano condividere i nostri obiettivi e che ci diano fiducia con il voto del 26 maggio.

Apri gli occhi… #CAMBIARGENTA!

 

slide_programma.pub

 

Ecco la nostra squadra

consiglieri_insieme_def

Maggio è il mese decisivo: saremo in mezzo a voi nelle piazze o nei locali ad illustrarvi il nostro programma in vista delle elezioni amministrative del 26 maggio. Vieni a conoscerci, abbiamo lavorato 5 anni in Consiglio Comunale per cambiare la nostra Argenta me ora lo possiamo fare veramente grazie al tuo aiuto!

Se vuoi conoscerci e leggere il nostro programma clicca qui.

#CAMBIARGENTA… il 26 maggio è possibile!

Promesse elettorali… parte 1

Fra pochi giorni partirà il conto alla rovescia per l’ultimo mese di campagna elettorale prima delle amministrative di domenica 26 maggio.

Fioccheranno liste e listarelle di candidati in appoggio all’attuale maggioranza e, come nelle precedenti elezioni, ci sentiremo fare promesse mirabolanti sul futuro del nostro territorio.

Per curiosità siamo andati a rispolverare il vecchio programma dell’ormai uscente Sindaco Antonio Fiorentini… si intitolava “il Comune di domani”. Ci siamo divertiti veramente tanto a leggere le promesse e a raffrontarle con la realtà dei fatti dopo ulteriori 5 anni di amministrazione PD. L’intento non è affatto quello di giudicarne l’operato ma di rispolverare la memoria di chi ha votato quel programma per ricordare come sono andati veramente i fatti.

Uno dei punti forti del programma di 5 anni fa riguardava la pianificazione urbanistica: il Piano Strutturale Comunale doveva essere orientato al radicale contenimento del consumo di suolo e punti cardine dovevano esserne: la riduzione del consumo di suolo, evitare mescolanza fra aree produttive ed abitazioni private, il ripoplamento dei centri.

Tutti obiettivi condivisibili che cozzano però un tantino con la realtà dei fatti.

Un esempio? I residenti di San Biagio sono al corrente che con Determinazione del Settore Sviluppo Economico n. 125 del 18/03/2019 è stato approvato l’ampliamento dello stabilimento del Centro Raccolta Patate Emilia Romagna Srl in quel di via Morari?

Le nostre perplessità su un’opera di tale portata in un contesto simile le abbiamo già manifestate in diverse occasioni e abbiamo tentato di dare il nostro contributo tecnico alla discussione purtroppo senza molti risultati.

Alla luce delle promesse e dei fatti… ciò che possiamo adesso consigliare ai residenti di Via Morari è di invitare a prendere un caffè il candidato del PD acogliendolo con un tavolino in cortile… magari di fronte allo stabilimento e di assaporare l’odore costante nauseabondo di cipolle nel “tranquillo silenzio” di una primaverile serata in campagna, allietata dal rombante frastuono dei camion che “agevolmente” riescono ad accedere allo stabilmento… a quello stesso stabilimento che fra qualche mese sarà interessato da un ininfluente raddoppio…

Le promesse sono promesse…

Apri gli occhi… #CAMBIARGENTA!

slide_programma.pub

 

 

 

 

Argenta videosorvegliata… l’orgoglio del M5S

camere

Tutte le volte che ci sono le elezioni il Comune di Argenta diventa più bello e più sicuro. In questi giorni se un cittadino percorre il nostro territorio vede il simultaneo rifacimento di strade, piazze, marciapiedi, potatura di aiuole ed alberi, verniciature varie e legge dai giornali che la nostra amministrazione adotta progetti mirabolanti per la tutela della nostra sicurezza.

Argenta e le sue Frazioni acquisiscono, a detta del Sindaco uscente, la velleità di essere un Bunker rimesso a nuovo. In occasione delle elezioni si fanno tutte le cose che non sono mai state fatte nei cinque anni precedenti, sperando che almeno in queste occasioni si arrivi a mettere a norma i nostri locali pubblici, scuole comprese, con i certificati prevenzione incendi e agibilità.

Ultimamente però sono sempre di più i cittadini si sente un po’ preso in giro da tutta questa opulenza di lavori pubblici e sorrisi degli amministratori coincidente solo con il periodo elettorale.

Speriamo anche, ma di questo il PD non si dimentica di certo viste le imminenti elezioni…….che si restituisca un po’ di danaro sparito con il crack Costruttori.

Con questa amministrazione ci vorrebbero le elezioni almeno ogni sei mesi, anzi no, vista la situazione del bilancio anche ogni tre!

Come è tristemente noto il tema della sicurezza domestica è sempre stato per il nostro territorio sempre di pressante attualità.
A fronte di ciò, ritenendo insufficienti le azioni messe in campo dall’amministrazione Fiorentini abbiamo voluto dare un contributo presentando numerose iniziative consiliari:

In particolare la mozione del 16 Dicembre 2014 dal titolo “miglioramento delle condizioni di Pubblica sicurezza all’interno del comune di Argenta, era articolata in proposte di iniziative da adottare per aumentare la sicurezza del territorio giudicate dalla stessa maggioranza interessanti.

Le proposte sono state indubbiamente interessanti per l’amministrazione Fiorentini perché dopo averle bocciate nei vari consigli comunali, lasciato passare un debito lasso di tempo, le ha riproposte pomposamente come proprie.

Parliamo di vigilanza di quartiere, di istituzione del turno notturno della polizia municipale, di assunzione di nuovi vigili, di assicurazione del cittadino, ora si parla di videosorveglianza quale impianto “più potente della regione”…come se il Comune di Argenta disponesse della bomba atomica…

Quando il M5S Argentano parlava di videosorveglianza e di integrazione dei sistemi di videosorveglianza privati già presenti con quelli pubblici era il 30 Marzo 2015, tale fu il dibattito in consiglio che addirittura la Nuova Ferrara ci dedicò quattro colonne di un articolo intitolato “M5S vuole le telecamere in città”.

Siamo giunti ad aprile 2019 e finalmente il territorio Argentano dispone “dell’impianto più potente della regione”… speriamo, per il bene degli argentani, che almeno questa volta, il Sindaco scadente abbia ragione, seppur con quattro anni di ritardo.

#CAMBIARGENTA

Deontologia professionale

Sabato 06 aprile ha visto Argenta protagonista della presentazione di 2 dei 3 candidati per le prossime elezioni amministrative del 26 maggio.

Il PD ha presentato, senza sorprese, l’attuale vice sindaco uscente, Andrea Baldini, sostenuto da, come prevedibile, liste civiche di rinforzo ad un partito che, se a livello nazionale soffre una situazione di totale sfacelo, a livello locale lascia un comune altamente sofferente da anni di amministrazione incapace e cieca davanti alle necessità di un territorio totalmente depauperato seppur ricco di opportunità agricole, turistiche ed imprenditoriali.

Sotto l’attuale amministrazione, l’intero territorio Comunale, ha infatti visto Argenta e le sue Frazioni svuotarsi dalle attività commerciali, le zone artigianali e industriali venire abbandonate dalle attività produttive (molte delle quali spostatesi in altri Comuni più disponibili a supportarle) ed i cittadini costretti a cercare lavoro altrove, tramutando così Argenta e Frazioni da paesi vissuti a dormitori notturni, con incremento di microcriminalità.

Tutto ciò ovviamente non è stato minimamente riportato dal Vice-Sindaco uscente come non sono stati citati i disastrosi errori riguardanti il Teatro dei Fluttuanti, i due ostelli di Campotto e Anita, il Museo delle Valli, coattivamente chiusi per mancanza di Certificati di Prevenzione Incendi, certificati che non venivano rinnovati da anni.

Si è però voluto far apparire il più grande disastro finanziario del territorio, il Crac di CoopCostruttori, come un evento del quale oscurare l’epilogo, che ha lasciato sul lastrico centinaia di famiglie, trattando invece il ricordo dell’azienda come una memoria positiva per la quale commuoversi. Un sentimento quindi rivolto all’azienda, anziché alle vittime di essa.

Se quanto elencato finora non ci ha minimamente sorpresi, quel che ci ha lasciati allibiti è che il giornalista che ha firmato l’articolo sulla testata Nuova Ferrara sia il Signor Giorgio Carnaroli, padre del capolista di una delle liste civiche che appoggerà Baldini. Esistono altri casi documentati in cui giornalisti si sono sospesi in quanto coinvolti direttamente o per parentela con i membri di liste candidate alle elezioni ed immaginiamo che d’ora in poi per deontologia professionale il corrispondente locale de La Nuova Ferrara si  autosospenda dallo scrivere articoli politici, per evitare il rischio di riportare i fatti con parzialità.

Ci sembra insoddisfacente dire che il giornalista scriverà articoli solo per la compagine di csx, per non sfavorire le altre liste.

Un ruolo così delicato, va esplicitato senza ombre per la testata di riferimento dei lettori argentani e l’unico modo per farlo è quello di sospendere l’attività del corrispondente locale per il periodo elettorale.

#CAMBIARGENTA

Dal turismo ambientale alla viabilità… è tempo di cambiare

vittorio ferraresi

Turismo ambientale ed economia, sicurezza e Soelia rinnovata nei vertici da zero, volontariato e viabilità. Sono tante le sfide presentate sabato 6 aprile da Luca Bertaccini, candidato sindaco del MoVimento 5 Stelle.

“Vogliamo ampliare le offerte turistiche creando iniziative e strutture ricettive – ha esordito Bertaccini – da inserire nei canali di promozione turistica internazionali. Vogliamo lanciare soluzioni all’avanguardia, in discontinuità con quanto fatto nell’ultimo decennio dall’amministrazione uscente. Rilanceremo l’agricoltura con marchi di tutela dei prodotti locali e con lo sviluppo di gruppi di acquisto solidali. Agevolazioni e sgravi fiscali saranno soluzioni utili per potenziare il settore del commercio. Intendiamo creare uno sportello comunale per reperire fondi europei, diretti e indiretti”.

Il candidato M5S richiama l’attenzione sulla sicurezza. “Il sindaco uscente si sta prendendo meriti per iniziative da noi proposte quattro anni fa – ha aggiunto Bertaccini – e che puntualmente furono allora bocciate. Ci chiediamo perché rappresentino adesso loro cavalli di battaglia. Siamo stati gli unici dell’opposizione a far proposte nelle sedi deputate sul tema. Sulla sicurezza stradale, personale e ambientale ribadiamo la paternità dei temi che abbiamo portato avanti e che porteremo ancora avanti”.

Focus importante l’annoso capitolo Soelia. “Vogliamo investire per aumentare i servizi a cittadini e imprese – ha ribadito il candidato M5S – ma per farlo avremo bisogno di azzerare i vertici societari, chiara emanazione dell’amministrazione uscente. Abbiamo in mente una società multiservizi che sfrutti il reddito energetico. Vogliamo un’azienda che proponga ai cittadini e alle imprese la riqualificazione energetica degli edifici, l’installazione di pannelli fotovoltaici e la gestione del surplus di energia elettrica. Un modo per tutelare l’ambiente, da sempre tema a cuore al MoVimento 5 Stelle, permettere risparmi ai cittadini e favorire nuova occupazione. Inoltre, proponiamo una strategia “rifiuti zero”, potenziando sia i centri di conferimento sia la cultura della raccolta differenziata. Ricordo in tal senso l’incontro sul rifiuto inteso come risorsa venerdì prossimo alle 20,45 all’hotel Villa Reale”.

Grande attenzione sarà data al volontariato. “Intendiamo migliorare la gestione delle iniziative – ha proseguito Bertaccini – e potenziare le collaborazioni tra le associazioni presenti sul territorio, fiore all’occhiello argentano. Incrementeremo dunque le risorse ad hoc in difformità all’amministrazione uscente, che insinua il dubbio di una presunta contrarietà del M5S al volontariato per negare l’evidenza”.

Temi importanti sono viabilità e trasporti. “Ribadiamo che il MoVimento 5 Stelle non è contrario alla variante sulla strada statale 16 che prevede un tratto da Argenta a San Biagio – ha puntualizzato il candidato sindaco M5S – ma è favorevole al progetto alternativo, meno impattante e migliore dal punto di vista costi-benefici. Fa sorridere che un sindaco uscente, il quale ha amministrato il nostro Comune negli ultimi venti anni, attribuisca la mancata realizzazione di un tratto di strada nevralgico per l’economia argentana a una fantomatica lettera inviata dal gruppo M5S locale al Ministro Toninelli. Quella strada è nei programmi del partito unico (PD, ecc.) da decenni. Se non sono stati ancora capaci di portarlo a termine si tratta di una loro incapacità conclamata”.

Bertaccini ha quindi posto l’attenzione sul Governo Conte, rappresentato in sala dal sottosegretario Vittorio Ferraresi. “Il Governo del Cambiamento ha assegnato quasi cinque milioni di euro all’anno fino al 2033 per le infrastrutture della provincia di Ferrara – ha concluso il candidato M5S – e questa è una misura sconosciuta ai precedenti esecutivi. Ricordo anzi che il decreto Delrio aveva tolto alle Province i fondi necessari per il funzionamento. La presenza del sottosegretario e la disponibilità al confronto indica la certezza di poter confidare sul Governo e il Parlamento per garantire sviluppo al territorio. A Roma sta già soffiando il vento del cambiamento. Ora è tempo che anche ad Argenta si cambi”.

SS16 e sicurezza stradale… è tempo di cambiare

asfalto

Ciò che ci domandiamo è come il PD, che ci ha governato per decenni a tutti livelli comunale, provinciale, regionale e nazionale non abbia mai prestato la dovuta attenzione al nostro comune. I casi sono due: o i rappresentanti locali del partito sono stati considerati come qualcosa di poco conto da non tenere in considerazione, oppure quelle stesse persone succedutesi in questi decenni non sono stati capaci di farsi valere.
Propendiamo per la seconda ipotesi, visto che il Comune di Argenta è sempre solo servito come bacino di voti, ottenendo in cambio solo fallimenti e devastazioni

A differenza del PD, il M5S argentano è ascoltato dai suoi portavoce che occupano anche gli scranni di governo: ci hanno dato risposta immediatamente ed hanno preso in seria considerazione il fatto che il progetto che vuole portare avanti l’amministrazione Fiorentini sia un progetto oramai vecchio, obsoleto e non più adeguato a rispondere alle trasformazioni del territorio ed alle esigenze di traffico dopo quarant’anni dalla sua nascita.

il Movimento 5 Stelle argentano non vuole fermare il progetto sia ben chiaro, vuole solo che venga fatto meglio, a differenza dell’amministrazione Fiorentini che, dopo decenni di inutili azioni, lo vuole realizzare a tutti costi… Forse in balia della campagna elettorale e solo per dire di averla fatta.

Quello che stupisce è che ancora una volta questa amministrazione ha dimostrato di essere lenta nei ragionamenti e nelle azioni. Ultima dimostrazione è data dal fatto che non si sono nemmeno accorti che nell’unico tratto di strada dove non è stata chiesta l’autorizzazione per l’istallazione dell’autovelox, sono avvenuti solo nell’ultimo anno 18 sinistri con 21 feriti e due morti.

Serviva l’opposizione del Movimento Cinque Stelle argentano per ricordarglielo, così come serve l’intervento dell’opposizione per ricordargli che prima di buttar via i soldi dei cittadini in un progetto vecchio di quarant’anni, esso va cambiato ed ammodernato.

Il sindaco dice che sono anni che se ne discute e troppo tempo è stato perso…ma a questo punto è bene domandarsi chi lo abbia perso!

Noi siamo qui a ricordarglielo

La lista di Argenta 5 Stelle ha ottenuto la certificazione del M5S

banner.pub

Lo scorso 11 marzo il gruppo ‘’Argenta 5 Stelle’’ ha ricevuto la certificazione ufficiale da parte del Movimento 5 Stelle Nazionale ufficializzando così la partecipazione della lista alle prossime elezioni amministrative del 26 maggio 2019 che vedranno gli elettori scegliere chi guiderà il Comune di Argenta.

Con le ‘’sindacarie’’ del 16 gennaio, il consigliere Luca Bertaccini era stato scelto come candidato Sindaco dal gruppo di attivisti già fortemente impegnati da anni sul territorio e che stanno lavorando al programma elettorale per dare la svolta al Comune di Argenta.

Nell’attesa della certificazione, oltre all’attività consiliare che ha visto impegnati Luca Bertaccini (capogruppo) e Daniele Gulinelli, il gruppo argentano ha continuato nell’opera di informazione  e sensibilizzazione dei cittadini sui temi importanti per il loro territorio.

Basti ricordare il convegno del 2 febbraio in occasione della Giornata Mondiale delle Zone umide, organizzato in collaborazione con i gruppi M5S di Alfonsine, Cervia, Codigoro, Comacchio, Ravenna, con diversi relatori esperti naturalisti per tutelare il Parco del Delta del Po, di cui Argenta fa parte. Oppure il convegno del 15 febbraio sulle possibilità di accesso ai fondi europei per le Piccole medie imprese, con relatore l’europarlamentare Marco Zullo e l’esperto di fondi Riccardo Palmerini.Per proseguire con il convegno del 1 marzo ‘’La Manovra del Popolo’’, con i Parlamentari M5S Alessandra Carbonaro, Stefania Ascari e Carlo De Girolamo, che hanno spiegato ad una sala gremita, gli aspetti salienti della manovra finanziaria varata dal Governo del cambiamento (Reddito di Cittadinanza, Quota 100, Taglio delle pensioni d’oro, Decreto Spazza Corrotti, Fisco e Detassazione per le PMI, Investimenti per cultura, commercio e infrastrutture).

Abbiamo in previsione anche diversi incontri sia nel capoluogo che nelle frazioni, per presentare il programma ed ascoltare dai residenti le loro necessità e perché no, idee per cambiare davvero il Comune di  Argenta.

Il prossimo appuntamento sarà il 29 marzo all’Hotel Villa Reale per una serata-dibattito sul tema dell’agricoltura sostenibile e dell’alimentazione, che vedrà partecipare l’europarlamentare Marco Zullo, il Consigliere regionale Andrea Bertani  e il Candidato Sindaco Luca Bertaccini, per interagire con la associazioni di categoria, gli agricoltori ed i consumatori , in modo da creare i presupposti per una qualità delle vita che ormai sembra persa.

#CAMBIARGENTA sarà il nostro hashtag per i prossimi mesi e Vi aspettiamo per cambiare davvero il Comune di  Argenta.
Rimanete in contatto e seguiteci su internet www.argenta5stelle.it, Youtube ‘’M5SArgenta’’, Facebook  ‘’Argenta 5 Stelle’’.

1 2 3 6