Promesse elettorali… parte 2 (energia)

lamp

Il programma del PD per le elezioni amministrative del 2014 sembrava davvero fantastico.

Con il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) da poco approvato dall’Unione dei Comuni Valli e Delizie, c’erano i presupposti per fare grandi cose.

Il programma narrava di mirabolanti progetti tra cui la redazione di un piano energetico comunale dettagliato per la riqualificazione energetica, la sperimentazione di un progetto di borgo ecologico a bassi consumi energetici, nonchè di un progetto “Esco-Economy” fondato tra la mediazione di istituti di credito e privati per realizzare progetti di riqualificazione energetica con l’obiettivo di coinvolgere l’intero mondo dell’edilizia.

Tutto sommato la Giunta Fiorentini era partita con il piede giusto, addirittura nominando un assessore con la delega al Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile!

Poi? Cosa è successo?

Il nulla assoluto.

Il PAES è rimasto a prendere polvere nei cassetti per ben 5 anni.

Abbiamo ricevuto dei finanziamenti pubblici per incaricare una società di consulenza che lo ha redatto, poi successivamente aggiornato… ma di fatto non ha avuto alcun risvolto concreto.

Sportello energia, casa dell’acqua o del latte, contratto calore ed energia per gli immobili pubblici, incentivazione delle fonti rinnovabili… sono rimasti un vero miraggio.

Per rinfrescare la memoria ricordiamo che a giugno 2018 abbiamo depositato, come gruppo consiliare, una mozione per pungolare la giunta sul tema dell’efficienza energetica (clicca qui per leggerla).

Abbiamo chiesto di attuare di interventi in materia di risparmio ed efficientamento energetico del patrimonio immobiliare pubblico, in particolare sollecitando di:

  • rendere operativo, prima dell’inizio della  stagione termica 2018/2019, un contratto energia specifico per gli immobili pubblici che potesse individuare Soelia come ESCo;
  • formare ed investire nel ruolo di ricerca di finanziamenti specifici nel settore del risparmio energetico (es. POR-FESR Emilia Romagna 2014-2020 Asse 4) parte del personale del Settore Opere Pubbliche del Comune nel frattempo raddoppiato.

Ovviamente i nostri obiettivi erano troppo lungimiranti: mozione respinta e buoni propositi in fumo.

Nel frattempo l’Unione, dall’alto delle sua efficienza ed economicità, ha recentemente affidato l’ennesimo incarico da circa 3.000 € ad una società di consulenza per aggiornare i risultati di un PAES sepolto nel dimenticatoio assoluto anche da parte della nostra Amministrazione.

A questo punto… speriamo che almeno gli elettori possano condividere i nostri obiettivi e che ci diano fiducia con il voto del 26 maggio.

Apri gli occhi… #CAMBIARGENTA!

 

slide_programma.pub

 

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *