Polvere sotto il tappeto…

la-polvere-sotto-il-tappeto

Il Sindaco di Argenta predica calma e assicura che non ci sono rischi per Soelia e per il Comune, ritenendo che si sia tutto risolto con il finanziamento di 6 milioni di euro ottenuto dall’azienda e garantito dal Comune. È ormai del tutto evidente che Fiorentini non è in grado di affrontare il problema e mira soltanto ad arrivare a fine mandato, nascondendo la polvere sotto il tappeto.

Viene da chiedersi se abbia letto la relazione di Deloitte, la società di revisione legale che, a proposito di Soenergy, parla apertamente di continuità aziendale messa a rischio, di possibili effetti sul bilancio del gruppo Soelia e persino di “sovrafatturazione” dei  volumi di gas rispetto a quelli indicati da Snam Rete Gas.

Se si sia preso il tempo di leggere le comunicazioni degli stessi dirigenti comunali, nelle quali si esprime preoccupazione per la sorte del patrimonio pubblico, a causa dei 100 e passa milioni di euro (!) di garanzie rilasciate a favore di Soenergy.  Se sia poi a conoscenza del fatto che il Comune ha già pagato, e continuerà a pagare, milioni di euro per la sciagurata vicenda Elettrogas, nella quale si imbarcò a suo tempo Soenergy e che sta avendo risvolti giudiziari per molti dei suoi protagonisti.

Viene da chiedersi, infine, se il placido Sindaco sia al corrente della convention che Soenergy sta organizzando per i suoi dipendenti, presso il Grand Hotel di Cesenatico, per un costo di alcune decine di migliaia di euro. Qualcuno dirà che si tratta di una goccia nel mare dei debiti già esistenti, in realtà si tratta di una ulteriore dimostrazione di arroganza e disprezzo della gente comune che sarà chiamata a pagare il conto.

Ma il Sindaco è tranquillo e tocca all’opposizione preoccuparsi, soprattutto per la sorte dei dipendenti. Per questo, faremo di tutto per rimuovere coloro che hanno ridotto il gruppo Soelia in queste condizioni.

Gabriella Azzalli
Argenta Rinnovamento

Luca Bertaccini
Movimento 5 Stelle

Gabriele Strozzi
Forza Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *