La nuova piazza s’ha da fare!

piazza_garibaldi

In occasione del Consiglio Comunale di venerdì 19 ottobre è stata ratificata la Delibera di Giunta Comunale per poter disporre delle risorse in avanzo libero del bilancio per la realizzazione della nuova piazza.

Ricordiamo che il progetto complessivamente costa 811.510,16 € di cui solo 250.000 € da contributo Regionale e la restante quota coperta dal Comune di Argenta.

Ricordaimo anche che precedentemente le risorse di nostra competenza dovevano essere attinte dell’avanzo derivante dalle multe del velox Celletta, vincolato però ai lavori di messa in sicurezza stradale.

Vista la bocciatura di questa malsana idea, da parte dei revisori dei conti, durante il Consiglio Comunale del 31 luglio 2018 il Sindaco uscente ha pensato bene di finanziare l’opera attraverso indebitamento con l’accensione di un mutuo.

Preso atto del crescente malcontento dei cittadini nei confronti del progetto, abbiamo quindi deciso insieme ad Argenta rinnovamento, Forza Italia e Fratelli d’Italia di dar loro voce, mediante la petizione che tutti ormai conoscono.

Una petizione che in poche settimane ci ha permesso di informare i cittadini e di raccogliere più di 1.500 firme.

Durante il consiglio di venerdì 19 ottobre l’Amministrazione è ritornata all’ipotesi di finanziamento senza indebitamento ma con impiego di risorse in avanzo libero di bilancio.

Addirittura il Sindaco si è permesso di dire che aveva parlato con i firmatari della petizione e che secondo lui essendo contrari all’indebitamento (ma non alle opere), aveva deciso di ricorrere non più a mutuo, ma ad avanzo libero.

Soldi della Comunità che avrebbero dovuto essere utilizzati per altri tipi di opere.

Sarebbe bastato leggere meglio il testo della petizione o raccogliere l’invito dei promotori ad un incontro pubblico, per rendersi conto che la richiesta era di tutt’altro tipo.

Un atto di supponenza che non si addice ad un Amministratore che siede su quella poltrona da 20 anni.

NON SIAMO AFFATTO CONTENTI

Il problema non è mai stata la modalità di finanziamento dell’intervento ma l’idea in sè di utilizzare oltre 550.000 € di risorse pubbliche per realizzare un bel contenitore che manca di contenuti quando tutt’intorno è un colabrodo (scuole, strade, aree verdi, decoro urbano ecc.). Certamente l’indebitamento tramite mutuo avrebbe reso l’intervento di riqualificazione di Piazza Garibaldi ancora più immorale di quanto già non lo sia… ma non è questo il punto.

Il punto è che in qualche settimana abbiamo raccolto oltre 1500 firme di persone residenti o insediate in Argenta che chiedono di NON realizzare le opere previste nel progetto di rigenerazione urbana del centro storico di Argenta, a prescindere dalla modalità di finanziamento.

1500 firme ad oggi ignorate nonostante l’esperienza passata avesse mostrato come poche centinaia di sottoscrizioni avessero auto il potere di bloccare una scuola materna.

Inoltre ci è molto dispiaciuto apprendere che ai commercianti, che chiedevano di posticipare l’inizio del cantiere a dopo Natale per consentirgli di svolgere la loro attività in tranquillità e non in mezzo alle ruspe, il Sindaco aveva risposto che era di fatto impossibile, visti i tempi serati previsti dalla Regione.

Peccato che proprio in data 11 ottobre 2018 il Sindaco ha scritto proprio alla Regione per chiedere loro la proroga alla fine dei lavori, prevista per il 31 dicembre 2018, sostanzialmente perchè di fatto ad oggi non è ancora nemmeno stata fatta la gara di affidamento all’Impresa.

Ormai troppo spesso accade che il Sindaco utilizzi due pesi e due misure, intransigente nei confronti dei suoi cittadini e molto più ”accomodante” verso il suo operato.

La comunità è stanca di questo atteggiamento di disinteresse nei confronti delle sue richieste legittime e noi saremo sempre disponibili ad ascoltarla e darle voce nelle dovute sedi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *