Risparmio energetico: vogliamo i fatti!

mozione energia argenta

Molto in sintesi per i non addetti ai lavori.

Per la manutenzione degli immobili di proprietà del Comune esiste un contratto con Soelia. Nel 2016 è stato rinnovato per una sola annualità giustificandolo con la necessità di giungere ad un contratto che contenesse un programma di “gestione calore con efficientamento energetico degli immobili” anche al fine di accedere a fonti di finanziamento dedicate.

Fin qui tutto lodevole, peccato che nel 2017 è stato sottoscritto con Soelia un nuovo contratto di gestione immobili avente durata di 6 anni che non conteneva alcuna traccia degli annunciati interventi di efficientamento energetico sul patrimonio edilizio pubblico.

Ci siamo poi tranquillizzati quando ci è stato detto che le buone intenzioni non erano sfumate e che era stato affidato un incarico di consulenza all’Agenzia per l’Energia di Modena e che Soelia aveva commissionato ben 13 diagnosi energetiche su edifici pubblici propedeutiche alla redazione del nuovo contratto energia.

Nel frattempo Soelia otteneva la certificazione di ESCo (Energy Service Company), riconoscimento indispensabile per poter operare nel campo della riqualificazione energetica, e l’Amministrazione si vantava di aver inserito tra le azioni del Patto dei Sindaci l’obbiettivo di effcientamento energetico del patrimonio immobiliare pubblico.

Sono trascorsi 2 anni, il Comune ha aumentato il proprio personale del Settore Opere Pubbliche con l’assunzione di nuovo dirigente, tre figure tecniche ed una amministrativa, ma del fantomatico contratto nemmeno l’ombra.

Visto quindi che ci si appresta ad intraprendere l’ultimo inverno di questa Amministrazione abbiamo depositato una mozione per l’attuazione di interventi in materia di risparmio ed efficientamento energetico del patrimonio immobiliare pubblico. La nostra mozione chiede di:

  • rendere operativo, prima dell’inizio della prossima stagione termica, un contratto energia specifico per gli immobili pubblici che veda Soelia operare concretamente come ESCo;
  • formare ed investire nel ruolo di ricerca di finanziamenti specifici nel settore del risparmio energetico (es. POR-FESR Emilia Romagna 2014-2020 Asse 4) parte del personale del Settore Opere Pubbliche del Comune.

Per leggere la nostra mozione clicca qui.

Volete sapere come è finita?

In occasione del Consiglio Comunale del 25 giugno la nostra mozione è stata respinta. Condivisibili i contenuti sì… ma per i consiglieri di maggioranza sono troppo lungimiranti le tempistiche proposte.

La maggioranza continua a rinviare la predisposizione del contratto energia che aveva promesso. Anche per questa stagione termica, salterà la possibilità di risparmiare sui conti pubblici.
Nel frattempo però il sindaco e il suo partito si fanno belli sulla stampa e sulla rivista comunale “A”, decantando la loro bravura. Non basta fare i “trebbi” tra i cittadini raccontando solo quello che fa comodo, bisogna passare ai fatti e la giunta Fiorentini è fin troppo lacunosa da questo punto di vista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *